Fontana Piazza Dante

FONTANA DI S. GIOVANNI IN ZOCCOLI

Lateralmente alla Chiesa da cui prende il nome, la fontana fu eretta nel 1246 come attesta l’iscrizione duecentesca nel fusto e nel 1731 fu addirittura spostata più indietro ad opera dei “conservatori del popolo” su richiesta dei cittadini,  per creare una maggiore viabilità della strada. Al contempo furono sostituite le tubature e Innocenzo Gentili ottenne l’uso della quarta parte dell’acqua, in cambio dell’opera.

Fontana a fuso, è costituita da una vasca circolare con specchiature rettangolari decorate ad arco trilobato. Al centro s’innalza una colonna (parzialmente sommersa dall’acqua), che prosegue con una forma ovoidale decorata da quattro protome leoniche che gettano acqua.

Sopra è presente un tronco di piramide con iscrizioni una in caratteri gotici ne attesta la data della costruzione,mentre l’altra riporta l’anno 1749,quando cioè la fontana fu spostata più internamente alla piazza Dante (già di S. Caterina) ; in cima alla cuspide è collocato un acroterio a forma di bocciolo con foglie.