Museodiffuso di Canepina

Capaci di mostrarci
maggio 5, 2012

S. Michele Arcangelo

Chiesa San Michele Arcangelo

Ne abbiamo notizie fin dalla metà del XVI secolo. Prima di questa data era una piccola chiesa con campanile a vela chiamata SANTA MARIA DEL FOSSATELLO. La chiesetta risale al tempo in cui a Canepina ci fu la peste, nel 1476. Dopo questo triste periodo la chiesa fu abbandonata e in seguito, nel 1574, data alle cure dei frati carmelitani, che sotto la guida del Frate Angelo Menicucci, avevano iniziato la costruzione dell’adiacente convento. Fu proprio questo frate canepinese ad occuparsi dell’ampliamento della chiesetta, priva dell’altare e del presbiterio. L’originaria chiesetta divenne così il presbiterio della nuova, conservando l’immagine della Madonna del Fossatello sopra l’altare principale. Lateralmente fece costruire delle cappelle, adornate dalle famiglie più abbienti di Canepina, alle quali si devono anche le successive decorazioni. Dopo la consacrazione del 1627 venne chiamata S. Maria delle Grazie, Madonna del Carmelo, Chiesa dei Frati, come tutt’ora viene chiamata dal popolo. Dopo l’incendio del 1917 di una vecchia chiesa sita nelle vicinanze del comune  ne ereditò il nome di S. Michele Arcangelo.

 

s_michele_arcangelo